Cerca
  • Manuela Moschin

Canova e le tecniche di esecuzione

A cura di Manuela Moschin

Mi potete seguire anche nel gruppo Facebook Storie di Libri

https://www.facebook.com/groups/storiedilibriCOM


Tecniche di esecuzione: dal disegno alla scultura in marmo. 

Buongiorno cari amici,

oggi ci tengo a parlarvi della tecnica di esecuzione utilizzata dall'artista Antonio Canova (Possagno, 1 novembre 1757- Venezia, 13 ottobre 1822).

Si tratta di un sistema particolare, che vi spiego con l'aiuto delle foto, che scattai a Possagno. Egli, dapprima, realizzava il disegno (Fig.1), poi eseguiva il primo bozzetto in terracotta, stucco o cera, della grandezza di circa 50 cm (Fig.2), che successivamente riproduceva in creta nelle dimensioni finali.

A questo punto lo scultore creava il calco in gesso, mediante un'impronta sul modello in creta. Dopodiché inseriva dei chiodini metallici sul calco, come punti di riferimento (Fig.3), per riportare le misure (mediante fili appesi a piombo) dal modello in gesso al blocco di marmo, utilizzando un telaio metrato (Fig.4).

Canova, con l'aiuto degli allievi, iniziava a sbozzare e a levigare la statua con la pietra pomice, fino a rendere la scultura della massima lucentezza. La rifinitura dell'opera veniva eseguita solamente dall'artista. 

Tutte le sue sculture sono in marmo di Carrara, usava però eliminare il biancore ricoprendo le opere con la cera d'api, per ottenere l'effetto dell'incarnato. In seguito, si rese conto che il colore tendeva a svanire, pertanto utilizzò l'acqua di ruota dell'arrotino.  

Canova per realizzare i suoi capolavori consultava gli scritti di letteratura classica:

Lavoro tutto il giorno come una bestia, ma è vero altresì che quasi tutto il giorno ascolto a leggere i tomi sopra Omero (Lettera a Cesarotti, 1794). 

Antonio Canova - Disegno preparatorio "Ercole e Lica" (Fig.1)
Bozzetto in terracotta "Maddalena Penitente" 1794, Antonio Canova - Museo Civico di Bassano (Fig.2)

Calco in gesso con chiodini metallici - Antonio Canova Gypsotheca Possagno (TV) (Fig.3)

Telaio metrato  utilizzato dal Canova (Fig.4)

Antonio Canova "Autoritratto", 1792

51 visualizzazioni

Lascia tuo commento nel Blog qui sopra.

Lascia tuo commento Facebook qui sotto.

Selezione dei Post più recenti.

Scrivimi una email e fammi sapere cosa ne pensi

© 2020 by email: librarte.blog@gmail.com . creati con Wix.com