Cerca
  • Manuela Moschin

Intrigo in Costa Verde di Gianluca Arrighi

Recensione a cura di Manuela Moschin



Ciao carissimi, eccomi per parlarvi di un libro che ho letto in brevissimo tempo, in quanto mi ha affascinata molto. Devo dire che non avevo dubbi a riguardo. Ero certa di leggere un thriller di grande valenza narrativa. La penna di Gianluca Arrighi si distingue per essere quella di un avvocato penalista, che in passato ha saputo offrire ai lettori altrettanti gialli di successo. Oltretutto, ho avuto l'occasione di conoscere alcuni suoi bellissimi scritti che, generosamente nel periodo dell’isolamento causa Covid-19, l’autore ha regalato nel web. A tal proposito per approfondire vi lascio il link di un articolo: https://www.librarte.eu/post/lo-scrittore-gianluca-arrighi-dona-online-i-suoi-inediti-racconti-noir

Questo libro rappresenta un’invitante lettura da assaporare fino all’ultima pagina per gli amanti del genere giallo e thriller.

Con “Intrigo in Costa Verde” ci troviamo nella splendida Sardegna, allo scopo di risolvere un inquietante caso di omicidio, che vede come protagonista un collega dell’avvocato penalista Alex Manfredda. Quest’ultimo prende a cuore la vicenda, poiché è legato alla vittima, ossia a Daniele Castriota, da una profonda amicizia.

Iniziando a parlare dell’incipit, che accoglie il lettore incuriosito, ci si trova catapultati in un’intrigante indagine, davvero intessuta con maestria. Fatti e personaggi sono descritti in modo semplice. Sebbene si tratti di un thriller non si ha la sensazione di trovarsi in complicati guazzabugli, capaci di rendere la lettura pedante, ma, all’opposto, la scorrevolezza del racconto incita il lettore a proseguire, cercando di risolvere il caso a piccoli passi, scoprendo di volta in volta che nulla appare scontato. Un fattore che ho apprezzato molto sono i capitoli molto brevi. Arrighi non divaga, ma racconta l’essenziale con stile. Sublime anche la descrizione degli ambienti che lo scrittore trasmette attraverso passaggi poetici, che arricchiscono il racconto: “Nel cuore della Costa Verde e circondata dalla macchia mediterranea, sorgeva tra scogliere selvagge e deserti di sabbia. Le montagne mangiate dal vento la avvolgevano, come a proteggerla, mentre antiche torri costiere, tonnare e vecchi porti sembravano apparire nel paesaggio per caso”.

I temi trattati sono purtroppo attuali. La corruzione e il potere politico fanno da sfondo a questa esplosiva storia. Per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi ci tengo a dire che appaiono realistici e vengono svelati gradualmente. Come sempre non parlo molto della trama per dare la possibilità al lettore di conoscere gli avvenimenti in modo progressivo. Concludo porgendo i complimenti a Gianluca per aver creato un prezioso cimelio.

Il Libro

L'avvocato milanese Daniele Castriota, partner dello studio legale romano Nicotra & Manfredda, viene colpito da un proiettile alla testa nel parcheggio adiacente al tribunale. La sua vita è appesa a un filo. Alex Manfredda, ricevuta la drammatica notizia, si precipita al capezzale dal suo amico e collega, ricoverato in condizioni disperate nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale San Raffaele. Paola, moglie di Daniele, spiega ad Alex che il marito aveva appena assunto un incarico per investigare sull'omicidio di Lorenzo Solinas, candidato sindaco di Coraddu, una piccola città della Costa Verde, nel versante sud occidentale della Sardegna. Manfredda decide allora di subentrare al suo amico per scoprire chi e perché ha tentato di ucciderlo. Alex, brillante avvocato penalista, è un uomo testardo e ostinato. L'indagine lo condurrà nella misteriosa e seducente Costa Verde, dove il suo forte senso di giustizia lo porterà a scontrarsi con i proprietari delle miniere e con gli ambientalisti, detentori del potere politico locale. Ad ogni tentativo di sistemare una tessera nel mosaico, tuttavia, Manfredda ne troverà sempre una diversa che si allontana dalla sua collocazione originale.

Gianluca Arrighi nasce nel 1972 a Roma, dove vive e lavora. È sposato e ha due figlie. Avvocato penalista e cultore di Diritto Penale, ha pubblicato i racconti Crimina romana (GaffiEditore, 2009),Vincolo di sangue((Dalai Editore, 2012), e L’inganno della memoria (EdizioniAnordest, 2014),Il confine dell’ombra(CentoAutori, 2017),Oltre ogni verità(CentoAutori, 2018),A un passo dalla follia(CentoAutori, 2019) e Intrigo in Costa Verde(Cento Autori, 2020). E’ inoltre autore dinumerose novelle noirpubblicate da periodici e quotidiani nazionali.

Lo scrittore Gianluca Arrighi

Mi potete seguire anche nel gruppo gruppo Facebook Storie di Libri di Pasquale Cavalera con il quale collaboro: https://www.facebook.com/groups/storiedilibriCOM/

48 visualizzazioni

Lascia tuo commento nel Blog qui sopra.

Lascia tuo commento Facebook qui sotto.

Selezione dei Post più recenti.

Scrivimi una email e fammi sapere cosa ne pensi

© 2020 by email: librarte.blog@gmail.com . creati con Wix.com