Cerca
  • Manuela Moschin

Recensione del libro "Sotto la città e altre storie" di Stefano Frigieri

📷

Recensione del libro "Sotto la città e altre storie" di Stefano Frigieri - Giovane Holden Edizioni 

A cura di Valentina Barillari

Sotto la città e altre storie è un’antologia di racconti di Stefano Frigieri. 

Partendo da situazioni di normale quotidianità, l’autore ci trasporta in una dimensione metafisica e surreale, in cui realtà e immaginazione, vita e morte si fondono, creando un effetto di straniamento. 

Frigieri si ispira ad autori come Edgar Allan Poe, Howeard P Lovecraft, Bram Stoker e Stephen King. 

Il libro è appunto una raccolta di racconti del mistero, in cui i personaggi si ritrovano a combattere con i propri demoni interiori, come nel caso de L’abbazia, oppure liberarsi degli Yurei, gli spiriti giapponesi, come ne Il Mangiasogni. Una creatura amica può trasformarsi nel tuo peggior nemico e ucciderti, come in Horror vacui. Un vecchio malato può mutarsi in vampiro, come in Dracula sulla spiaggia. Affascinante forse più di tutti è il racconto Pareidolia, che a mio avviso rappresenta la summa del pensiero dell’autore. La Pareidolia è “un inganno della mente, che cerca di ricondurre le strane forme che la natura produce nel suo moto caotico a qualcosa di conosciuto e interpretabile (…) esiste forse un altro mondo oltre quello che si percepisce, che sfugge alle regole della scienza? E la Pareidolia, è forse una finestra su questa realtà nascosta?” 

Ecco, leggendo questi racconti si ha come l’impressione di vivere in più dimensioni che si sovrappongono. I racconti si concludono sempre con un’epifania in cui il protagonista esce dalla realtà così come la conosciamo, spesso con il tramite di uno spirito, un animale misterioso, un demone. 

La realtà è dunque multiforme, anzi l’immaginazione è più reale della realtà stessa. 

Leggendo questi racconti il lettore è costretto ad interrogazioni sulla natura delle cose, sull’infinità dei mondi possibili. 

Sono racconti da leggere tutto d’un fiato, perché innescano la curiosità di sapere quale sia la verità celata nella storia, la dimensione nascosta della realtà.

Sinossi

Stefano Frigieri si addentra in una dimensione del terrore che non è fatta di paura, ma di ombre e ambiguità, di coincidenze inquietanti e misteri irrisolvibili. Si serve del fascino dell’anormale e del misterioso per avvincere il lettore e tenerlo inchiodato alla pagina, all’erta e pronto a reagire se alzando lo sguardo incontra quello di uno sconosciuto che lo osserva a sua volta… È il fascino proprio di un evento bizzarro, di quel qualcosa di indefinito che pare essere in procinto di verificarsi facendosi beffa della nostra razionalità. Un fascino a cui sottrarsi è impossibile perché in ognuno di noi c’è il mostro cattivo relegato al sicuro in una stanzetta a tenuta stagna che ambisce a confrontarsi coi suoi simili. E solo noi ne siamo la chiave. Lo scrittore ci offre le indicazioni per trovare la porta.

Oltre quella porta, creature che si nutrono di cellule umane, di sudari, che sopravvivono grazie a trasfusioni di sangue giovane, in agguato per vendicarsi di un torto, spiriti che ritornano dall’aldilà, che non riescono ad abbandonare i propri affetti, una strega che frequenta lo studio di un medico e un frate che dà fuoco alla propria abbazia…

Dieci racconti per una silloge di ottimo spessore narrativo che chiama in gioco le nostre più ataviche paure e ci invita a prudenti riflessioni su quella realtà oltre il visibile a cui si può decidere di prestare attenzione oppure no.

Chi è Stefano Frigieri?

Vive a Modena, sessantenne, sposato fa l'agente di commercio, colleziona fumetti, va al cinema e scrive. 

Autore: Stefano Frigieri

Titolo: Sotto la città e altre storie

pagine: 168

Editore: Giovane Holden Edizioni

Data di Pubblicazione: 1 giugno 2019 


Scrivimi una email e fammi sapere cosa ne pensi

© 2020 by email: librarte.blog@gmail.com . creati con Wix.com