Cerca

La Diva Simonetta di Giovanna Strano

Recensione e intervista alla scrittrice

A cura di Manuela Moschin

Mi potete seguire anche nel canale YouTube Librarte https://www.youtube.com/channel/UC7pB0LFFCyvWlDt3iwQdO1g

e nel gruppo Facebook Storie di Libri di Pasquale Cavalera

https://www.facebook.com/groups/storiedilibriCOM

Buongiorno carissimi,

l’arte emoziona e arricchisce l’animo e quando viene raccontata nei libri ha la capacità di elevare lo spirito.

Vi lascio un bellissimo passaggio tratto da “La Diva Simonetta” di Giovanna Strano e un'intervista a lei dedicata.

Un romanzo che ho apprezzato moltissimo e che consiglio caldamente per lo stile fluido, coinvolgente e per le magnifiche descrizioni.

Racconta la storia di Simonetta Cattaneo Vespucci, musa ispiratrice delle opere più celebri di Botticelli, come per esempio “La Primavera”.

Fu amata anche da Giuliano de’ Medici e dal fratello Lorenzo il Magnifico. Un intreccio magnifico narrato con maestria, nel quale tra le protagoniste appaiono proprio “La Primavera” e "La Nascita di Venere" di Botticelli.

Infatti, la fanciulla, dotata di una rara bellezza, fu ritratta da alcuni celebri pittori, uno dei quali fu Sandro Botticelli che le dedicò svariati dipinti.

A tal proposito, eccovi una citazione tratta dal meraviglioso libro "La Diva Simonetta" nel quale Giovanna esprime, in tono poetico, la grazia e l'incantevole bellezza della Venere del grande Botticelli:

“Nelle vesti di Venere, appena sgorgata dal mare, la leggiadra figura si presentava in tutta la sua sensualità mentre, pudicamente, tentava con le mani di coprire le nudità. Una larga conchiglia la sosteneva sull’amato mare, mentre cespugli di capelli biondi le scendevano giù dalle spalle aleggiando soavemente nel vento di primavera. La pelle era bianca, quasi splendente, forse grazie al riflesso della luce sulla madreperla della conchiglia, a denotare la bellezza della sua anima”.

Intervista a Giovanna Strano:

Ciao Giovanna, ti ringrazio per aver dedicato il tuo tempo nel rispondere alle domande. Sono veramente lusingata di poterti conoscere più approfonditamente. Esprimo una profonda ammirazione per il tuo romanzo che ho letto con grande interesse e coinvolgimento emotivo. Prima di parlare del tuo affascinante libro “La Diva Simonetta” ti pongo alcune domande per scoprire in quale modo hai raggiunto la tua carriera di scrittrice:

- Ci racconti di te? Chi è Giovanna Strano?

Carissima Manuela, ti ringrazio molto per l’attenzione che hai deciso di dedicarmi e rispondo con piacere alle tue domande e di tutti coloro che vorranno pormene. Nella vita sono un dirigente scolastico di un istituto superiore e, giornalmente, mi confronto con il mondo educativo e con la realtà dei giovani, amo il mio lavoro, anche se faticoso, costellato da problematiche e connotato da forte complessità. Amo scrivere da quando ero una ragazzina, soprattutto come mezzo di autodeterminazione e di espressione del proprio intimo; difatti da piccola avevo un carattere timido e introverso e, attraverso la scrittura, ho imparato a raccontarmi, cercando di sfiorare gli animi di chi legge le mie opere. Ho due figli che mi tengono molto impegnata, pertanto il mio tempo è sempre poco per ogni cosa, ma nonostante questo trovo lo spazio per scrivere come mezzo per restare me stessa, per ritrovarmi nella mia intimità e porre un ponte di comunicazione con gli altri.

- Quando hai cominciato a scrivere? Cosa scrivevi all’inizio?

La scrittura creativa è cominciata quando avevo circa dodici anni con alcuni racconti e così è proseguita per molti anni. Ho scritto per l’infanzia pubblicando l’opera “Sapiensauris”. In questi anni ho elaborato anche testi tecnici di preparazione del personale scolastico, in particolare per le Edizioni Simone, e attualmente pubblico dei contributi su temi educativi e artistici sul mensile BELLA. Ma le maggiori soddisfazioni le ricevo dalla scrittura creativa; le ultime opere sono “Vincent in Love – il lavoro dell’anima” edito da Cairo, che mette a nudo la personalità e l’animo del grande artista Vincent van Gogh e “La Diva Simonetta – la sans par” Aiep Editore, che racconta la storia di Simonetta Cattaneo.

- A quale genere letterario appartengono i libri che leggi o che hai letto in passato? Ci indichi alcuni libri che ti hanno colpita particolarmente?