Cerca

Annunciazione e i santi Ansano e Massima di Simone Martini e Lippo Memmi


Simone Martini e Lippo Lemmi "Annunciazione e i Santi Ansano e Massima" (1333) tempera su tavola, fondo oro, 184x210 cm. Gallerie degli Uffizi, Firenze.

A cura di Manuela Moschin

Mi potete seguire anche nel gruppo Facebook Storie di Libri Clicca qui: Link Storie di Libri e nella pagina Facebook https://www.facebook.com/librarte.blog

L’Annunciazione con i santi Ansano e Massima, i profeti Geremia, Ezechiele, Isaia e Daniele (nelle cuspidi) è una tavola di Simone Martini (Siena, 1284 circa – Avignone 1344) e del cognato Lippo Memmi (Siena, notizie 1317-1347). La Vergine si ritrae alla vista dell’Arcangelo Gabriele, che appare all’improvviso per annunciare la nascita di Gesù. Dal fondo d’oro emerge la scritta AVE GRATIA PLENA DOMINUS TECUM. Diversi dettagli, come il manto a scacchi dell’angelo, il ramo d’ulivo, i gigli e il libro sorretto da Maria rendono la scena realistica. In alto si scorge lo Spirito santo in forma di colomba con alcuni angeli, che assieme al vaso con i gigli alludono al figlio di Dio e alla purezza di Maria. La composizione si contraddistingue per il carattere dinamico, osservabile dalla torsione della Vergine e dal mantello svolazzante dell'angelo. La Tavola firmata e datata 1333 fu eseguita per l’altare di Sant’Ansano nel duomo di Siena. Ora è conservata alle Gallerie degli Uffizi, Firenze.


Simone Martini e Lippo Lemmi "Annunciazione e i Santi Ansano e Massima" (1333) tempera su tavola, fondo oro, 184x210 cm. Gallerie degli Uffizi, Firenze. Dettaglio.

Simone Martini e Lippo Lemmi "Annunciazione e i Santi Ansano e Massima" (1333) tempera su tavola, fondo oro, 184x210 cm. Gallerie degli Uffizi, Firenze. Dettaglio.

53 visualizzazioni0 commenti

Lascia tuo commento direttamente nel Blog, qui sopra.

Lascia tuo commento accedendo con Facebook, qui sotto.

Selezione dei Post più recenti.