Cerca

Omero di Mattia Preti


Mattia Preti "Omero" 1635 circa, Tela, 102x81 cm. Gallerie dell'Accademia, Venezia

A cura di Manuela Moschin

Mi potete seguire anche nel gruppo Facebook Storie di Libri di Pasquale Cavalera. Clicca qui: Link Storie di Libri e nella pagina Facebook https://www.facebook.com/librarte.blog

Mattia Preti (Taverna, Catanzaro, 1613 – La Valletta, 1699) dipinse questo bellissimo quadro che raffigura Omero, mentre accompagna con il violino il canto dei suoi versi. Il poeta cieco appare con le labbra dischiuse, il capo cinto di alloro e un’espressione triste. Il suo volto è illuminato da una calda luce con un effetto chiaroscurale notevole.


“E’ ritornato Ulisse, è in casa, come io te lo dico:

è lo straniero che tutti qui dentro copriano d’oltraggi.

Telemaco da un pezzo sapeva di già ch’era in casa,

ma per prudenza tenne nascosti i disegni del padre,

per vendicar gli affronti di quei tracotanti Signori.

Cosí disse. Gioi Penelope, e a terra balzata,

strinse la vecchia al seno, dagli occhi versando gran pianto.”

(Omero, Odissea, Canto XXIII)


18 visualizzazioni0 commenti

Lascia tuo commento direttamente nel Blog, qui sopra.

Lascia tuo commento accedendo con Facebook, qui sotto.

Selezione dei Post più recenti.